Ricordi del passato si intrecciano con visioni del presente e auspici per il futuro; così come un albero si spande nel terreno, la famiglia cresce e prende direzioni imprevedibili.

Adriana Miani ha voluto raccontare quanto siano importante le relazioni con i propri cari, rapporti che spesso diamo per scontati ma che invece sono fondamentali.

La famiglia è “una rete protettiva contro la solitudine che rende deboli politicamente, sconnessi socialmente ed emotivamente malati”. Utilizzando il collage e lo still life ha unito immagini antiche e selfie, documenti e pubblicità, oggetti e luce, un modo diverso per raccontare una storia universale.

Il curatore, Francesco Amorosino, ha seguito lo sviluppo del progetto fin dal concepimento e il risultato è quello esposto in questa mostra. Si tratta di del primo esperimento di “portfolio building” avviato dallo studio.

 

Inaugurazione: 19 marzo

Data: dal 19 al 26 marzo 2019

Ingresso: gratuito