Michael Wolf, cento modi di fotografare la città | The Icons #21

Michael Wolf, cento modi di fotografare la città | The Icons #21

Una città si può fotografare in tantissimi modi differenti: ci si può concentrare sull’architettura, sui suoi abitanti, sulla sua rappresentazione, sui suoi meccanismi. Michael Wolf usa tutti questi strumenti per costruire narrazioni complesse e originali.

Dai palazzoni di Hong Kong alle fabbriche di giocattoli, dai ritratti rubati fino all’uso di Google Street View, questo fotografo non ha smesso mai di stupire grazie alla sua voglia di sperimentare.

Racconto questo autore grazie ad alcuni dei suoi progetti nel ventunesimo video della serie “The Icons”, la rubrica dedicata alla foto più iconiche della storia della fotografia. Potete vedere il video qui sotto e sul canale YouTube di il FotoStudio, che vi invito a seguire per non perdere i prossimi appuntamenti!

Nel video scopriremo i palazzoni incredibili di Hong Kong che Michael Wolf ha fotografato in modo da farli sembrare delle forme astratte e colorate, simili a dei tappeti o a una serie di Lego. Li vedremo anche di notte trasformarsi in qualcosa di fantascientifico, quasi il set di Blade Runner. Scopriremo anche chi è che vive negli appartamenti piccolissimi, solo 100 x 100 piedi.

Architecture of Density, © Michael Wolf

Michael Wolf aveva un grande istinto voyeristico: ha catturato ritratti di persone attraverso le finestre degli uffici, cogliendo gesti, tensione, ma anche momenti di relax (e di minigolf) con il progetto Trasparent City. Ha fotografato le persone schiacciate sulla metropolitana in Tokyo Compression, catturando le espressioni di sofferenza e di rassegnazione di uomini e donne avvezzi alla vita urbana.

Tokyo Compression, © Michael Wolf

Anche quando si dedica alla fotografia di reportage sociale, Michael Wolf lo fa in un modo originale e peculiare: non solo fotografa gli operai delle fabbriche di giocattoli asiatiche, ma li inserisce in una incredibile installazione dove i giochi quasi sommergono le fotografie. Infine utilizza anche le nuove tecnologie, e in particolare Google Street View, per raccontare nuovi aspetti del mondo in cui viviamo.

The Real Toy Story, © Michael Wolf

Un fotografo davvero speciale, capace di raccontare la città a 360 gradi con una instancabile voglia di sperimentare e trovare anche i dettagli più piccoli e nascosti del tessuto urbano. Dopo aver visto le sue fotografie viene il desiderio di prendere la macchina fotografica e scendere in strada, per fotografare la città in un modo del tutto nuovo.

Raccontare la città: un corso per esploratori urbani

Michael Wolf è uno degli autori che studiamo nel corso 🏙️Raccontare la città, anzi è proprio il primo che incontriamo, proprio per il suo essere capace di spaziare tanto nei suoi progetti fotografici. Se vi interessa questo genere di fotografia, questo corso è quello che fa per voi! Si può seguire sia online che in presenza da ottobre se siete a Roma!

Intanto, se volete, potete seguire il 🔲 corso online gratuito di composizione fotografica

Vi invito anche a iscrivervi a FotoStudiando, il gruppo di sfide fotografiche del FotoStudio su Facebook, e a seguirmi su Instagram, Facebook e YouTube. Per non perdervi nessuna novità del FotoStudio potete iscrivervi alla newsletter qui sotto. Al prossimo articolo!

[Le fotografie, nel rispetto del diritto d’autore, vengono qui riprodotte per finalità di critica e discussione ai sensi degli artt. 65 comma 2, 70 comma 1 bis e 101 comma 1 Legge 633/1941.]

Lascia un commento

Completare l'equazione *

Close Zoom